Il portale per Latignano

Blog

Abbandono del territorio latignanese

Nel giugno del 1554, il Capitano Pietro Strozzi, rompe l’assedio dei fiorentini intorno a Siena per andare incontro alle milizie di rinforzo francesi che arrivano dalla Garfagnana

Conquistate in rapida successione Castelfalfi, San Gimignano e Volterra, le truppe di Strozzi occupano anche il Castello di Pontedera.

Le sue avanguardie, composte da due compagnie comandate dal conte Teofilo Calcagnini di Ferrara e da Gabriele Tagliaferro da Palma si spingono fino a Cascina ed Continue reading…

Tags: , , , , , , ,

Ringraziamento alla Madonna

Corre l’anno 1857, nel mese di Marzo e nella prima settimana di Aprile le piogge torrenziali avevano più volte ingrossato le acque dell’Arno.

Alla Madonna dell’Acqua l’argine aveva minacciato di cedere, mentre i militari tamponavano le falle e l’acqua tracimava terrorizzando la popolazione.

Quando alla fine l’Arno rompeva l’argine, anche Latignano veniva allagato Continue reading…

Tags: , ,

8 settembre 1954: cronaca di una giornata indimenticabile

Alle ore 7 preceduto da un corteo di motociclisti giunse Sua Eccellenza Monsignor Ugo Camozzo, Arcivescovo di Pisa.

Sulla soglia della chiesa, la fanciulla Anna Banchellini gli rivolse un affettuoso saluto di benvenuto, dopo l’Arcivescovo apri la visita pastorale celebrando la S.Messa ed alle ore 9,30 amministrò la Cresima e premiò Continue reading…

Tags: , , , ,

Le richieste di Latignano ignorate

TRATTO DAL MESSAGGERO TOSCANO DEL 29/07/1913

“È incominciato il caldo afoso con le sue noie, coi suoi inconvenienti.

La “Pro Latignano” non si è mai stancata di reclamare provvedimenti, specialmente igienici per questa abbandonata frazione, mai reclami finora pare siano rimasti per le scale degli uffici.

Ad una commissione della “Pro Latignano” presentatosi al municipio il 17 Aprile u.s.furono fatte, dal R. Commissario cav. Rebua, larghe promesse.

Intanto il caldo ha incominciato a produrre i suoi tristi effetti. Le fogne e le fosse tramandano un fetore così orribile che resta difficile a certe ore del giorno passare alcune strade del paese.

E del cimitero? Non parliamone, che c’è il caso di sentire il cattivo odore solo a nominarlo Continue reading…

Tags: , , ,

La luce elettrica a Latignano

Da una Cronaca del tempo: “Dopo lunghe lotte intestine paesane, finalmente anche a Latignano Giovedì 8 Giugno 1915, venne inaugurata la luce elettrica. Se non fosse stato per il triste momento che stiamo attraversando a causa della guerra, sarebbe stato un vero avvenimento. Non mancò però la “nota gaia” dei nostri bambini che pazzi di gioia correvan per la strada. Inutile dire che apporterà un notevole vantaggio a questo paese.”

Il Consiglio direttivo della Misericordia approvò “il montaggio di due lanterne a luce elettrica” nei locali dell’allora sede sociale in Piazza della Chiesa.

Nei verbali del Consiglio Comunale di allora, si legge che Continue reading…

Tags: , ,

I barbagianni al cimitero

A mezzanotte di una sera della tarda primavera del 1920, un paesano torna da “veglia” presso una famiglia in paese ed è diretto a piedi verso via D’Argine.

Da poco è stato ampliato il cimitero comunale di Latignano, che ha preso l’attuale forma per quanto concerne la facciata e le platee.

La gente, da sempre diffidente a passare di notte davanti al cimitero per via delle storielle che si raccontano, ora ha anche timore di questa nuova, imponente facciata.

Il paesano cammina spedito per la strada deserta, accelerando il passo quando giunge davanti al cancello del cimitero ed è a questo punto che una voce concitata proveniente dall’interno grida Continue reading…

Tags: , ,

La Filarmonica in chiesa

Nell’anno 1856, la società Filarmonica di Cascina, decide di “offrire lugubri onori all’anima del suo benefattore Giovanni Petrini, in luogo Sacro”.

Dopo il doppio rifiuto del parroco di Cascina e della compagnia del SS Crocifisso, in quanto “cosa mai accaduta”, la società filarmonica si rivolse al parroco Fiorentini di Latignano, il quale nonostante l’avversità dei parrocchiani, accettò Continue reading…

Tags: , , ,

Festa della castagna in Palerino

Nell’anno 1911 in Palmerino viene celebrata la “Festa delle castagne”, un’antica festa contadina sospesa nel 1870. La data scelta è il 22 ottobre ovvero il giorno storico della manifestazione.

La giornata di sole riempì i campi e i prati di voci e balli festanti, accompagnati dalle armonie della filarmonica di Crespina, fra castagne arrostite, ballotte, seccate e il migliaccio fatto dai contadini.

Verso sera, dopo la processione della Madonna Continue reading…

Tags: , , ,

Il prete Fiorentini e la campana

Corre l’anno 1856 quando il Parroco di Latignano, don Giuseppe Fiorentini, deve affrontare un problema che sicuramente riporterà alla ribalta le passate richieste e le polemiche paesane sulla costruzione di un campanile degno di tale nome: l’attuale piccolo campanile sopra la Chiesa è pericolante ed il mozzo in legno della campana deve essere sostituito.

Si chiede quindi un aiuto a tutti i paesani ma questi insorgono, pretendendo invece la costruzione di un nuovo campanile che vogliono sia il più alto di quelli dei  paesi vicini.

Il parroco, non volendo affatto intraprendere una simile iniziativa, ordina in gran segreto Continue reading…

Tags: , , ,

Il gruppo del maggio latignanese

Il gruppo venne costituito da Don Giovanni Magagnini nel marzo del 1923, fra i giovani della squadra per dare rappresentazioni pro erigendo monumento ai caduti nella piazza della rimembranza a Latignano .

Continuò le sue rappresentazioni soprattutto comiche, per una decina di anni anche nei paesi vicini.

Il suo repertorio di eccezione furono gli atti unici intitolati “Mastro Toffolo”, “le consulte ridicole”, “Stenterello tormentato dai topi“, e “Briscola”.

Inizialmente ne facevano parte Continue reading…

Tags: , , ,